Duo Fisarmonca – Mandoloncello

Francesco Palazzo – Mauro Squillante

Il duo mandoloncello – fisarmonica nasce dal desiderio di recuperare un antico binomio strumentale della tradizione culturale popolare, contadina, rurale, soprattutto italiana.
Questo duo strumentale viene riproposto, vivificato e arricchito da variegate influenze musicali, attraverso il background culturale di due importanti professionisti dei due strumenti.
Il desiderio è quello di recuperare un idioma strumentale, attraverso una ricerca filologica e musicologica, storica e stilistica. Quindi un lavoro che va contro la contaminazione dei generi, ma cerca la radice, l’origine, così come può essere l’operazione di un poeta o un letterato nei confronti di una lingua dialettale.

L’originalità e l’autenticità della musica popolare, colta nel suo contesto socio-antropologico, rappresenta l’espressione dell’anima di un popolo che si realizza anche nell’utilizzo di alcuni specifici strumenti musicali.

In questo contesto, la fisarmonica e il mandolino rappresentano indubbiamente due “arnesi” privilegiati rispetto alle esigenze dei musici animatori di feste paesane, di momenti conviviali pubblici e privati (per la loro duttilità musicale, per la possibilità di essere trasportati facilmente all’interno di piccole custodie o borse o addirittura fasciate in grandi fazzoletti, per la accessibilità anche economica, rispetto ad altri strumenti più costosi); musici capaci di perpetrare preziose e antiche tradizioni orali, non scritte.

Il repertorio spazia da brani dal carattere fortemente etnico a brani più popolari; da musiche originali a musiche arrangiate (come avviene appunto in tutte le tradizioni popolari); da nuove composizioni ispirate a temi e memorie popolari, a brani antichi di secoli (come alcune tarantelle del ‘700, di tradizione borbonica) per finire con brani di tradizione Romanì, da secoli radicata anche nel nostro territorio, come nella maggior parte dei paesi europei.

Un repertorio non mediato da intellettualismi e strutture culturali fortemente “informate”, ma genuino e autentico, come una volta erano i prodotti della terra.

Audio samples:
Riccardo Tesi (arr. F. Palazzo): Fulmine
Nino Rota (arr. L. Morleo/F. Palazzo): Rota Suite
Alexian Spinelli: A briglie sciolte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X
Chinese (Simplified)EnglishItalianRussianSpanish